• 1
  • 2
  • 3
  • 4

Oasi ricreative

Perché rivalorizzare un’oasi ricreativa?


In un parco giochi i bambini hanno bisogno di muoversi, di esercitarsi con giochi d’abilità, di forza, d’equilibrio, sperimentando la capacità di arrampicarsi, di oscillare o di scivolare su delle strutture attrattive, fantasiose e uniche che permettano al bambino di sognare.


Affrontare rischi e pericoli (la paura di cadere, la sensazione di non farcela…) su delle strutture di gioco che rispettano tutte le norme di sicurezza, aiuta il bambino a confrontarsi con i propri limiti e con le proprie risorse. Queste esperienze permettono di diventare più sicuri di sé, più creativi, più autonomi, quindi di equipaggiarsi meglio per affrontare la vita di tutti i giorni.


Le oasi ricreative favoriscono la socializzazione e la collaborazione tra i bambini, ma al contempo, offrono anche la possibilità d’incontri spontanei fra diverse generazioni e persone di diverse origini.


Le oasi ricreative offrono la possibilità di giocare con elementi naturali che suscitano sensazionipiacevoli e permettono di scoprire colori, profumi e la straordinaria varietà di essere viventi che ci circondano. Non possono quindi mancare alberi e cespugli che regalano freschezza nella calura, offrono luoghi per nascondersi e diventano rifugio agli uccelli. Anche in ambienti urbani, le oasi ricreative possono contribuire al mantenimento della biodiversità e favorire il rispetto della natura nel bambino.


Le oasi ricreative costruite in legno indigeno (castagno, robinia) consentono di valorizzare una risorsa naturale rinnovabile e di sostenere l’economia locale in un’ottica di sviluppo sostenibile.


Dalla progettazione alla realizzazione, la partecipazione della popolazione ha un grande valore. Le autorità, le amministrazioni comunali e gli abitanti coinvolti imparano a superare le frustrazioni e scoprono abilità nascoste. Ci si potrà dividere i compiti: domande di costruzione, preparazione del legname, realizzazione dei giochi, piantumazioni, scavi, finiture, ecc. Anche i ragazzi delle scuole possono contribuire eseguendo lavori di pittura o seminando dei fiori… La partecipazione al processo che permette a tutti di veder progressivamente nascere un’oasi ricreativa, consente agli abitanti di appropriarsi di questo spazio pubblico e fa sì che tutti ne avranno più cura evitando anche possibili atti di vandalismo.


Ordina l’opuscolo “perché rivalorizzare spazi d’incontro in ambienti urbani e realizzare oasi ricreative?”

 

Per approfondimenti:

 

 

Federlegno - Oasi di svago e parchi gioco

 

Ufficio della selvicoltura e del demanio

 

Associazione degli imprenditori forestali della Svizzera italiana

 

upi - Oasi ricreative e parchi giochi

Playscape - blog dedicato ai parchi giochi di design